Garda romanico

Pievi, istituzioni, territorio

Milano (Libri Scheiwiller) 2004

 

Garda romanico” è un progetto di ricerca storica e di valorizzazione culturale del territorio che ha come oggetto le pievi e le chiese medievali dell'area compresa fra Brescia, Verona, Mantova e Trento, considerate come tracce materiali dell'organizzazione del territorio nei secoli successivi al Mille.
Coinvolge le principali amministrazioni locali della zona e ha l'obiettivo di promuovere la conoscenza del patrimonio storico e artistico locale sulla base di una ricerca scientifica.
Il progetto, coordinato da Renata Salvarani, è arti-colato in quattro sezioni: la catalogazione, il rilievo fotografico, la schedatura e l'analisi storica degli edifici religiosi romanici; la pubblicazione di un volume che raccoglie una sintesi della ricerca; un convegno di presentazione dei risultati della ricerca e dell'iniziativa editoriale; un programma di visite guidate all'interno degli edifici.


 

 

    

 

La ricerca storica

La ricerca storica su cui si basa il progetto complessivo ha le sue premesse nel convegno “Romanico sul Garda” svolto a Desenzano l'11 e 12 novembre 2000. Durante i lavori, docenti e ricercatori di Università diverse si confrontarono sulla definzione e sull'uso del termine “romanico” riferito al contesto istituzionale, culturale, ecclesiastico ed artistico del Medioevo italiano ed europeo. Emersero così la specificità e l'originalità dell'area gardesana, collocata fra Lombardia e Marca Veronese, fra arcidiocesi di Milano e patriarcato di Aquileia e finora poco indagata nella sua unitarietà. A partire da quella base concettuale, negli ultimi tre anni si è sviluppata una ricerca storica e documentaria basata sulla ricognizione degli archivi locali, di quelli di Brescia, Verona, Mantova, Trento e dell'Archivio Segreto Vaticano. E' emerso il contesto istituzionale complessivo dell'area, sia sul piano laico che ecclesiastico. Si sono inoltre evidenziati i committenti dei singoli edifici e le loro caratteristiche. Contemporaneamente sono stati schedati e rilevati fotograficamente dall'équipe di Bamsphoto più di un centinaio di edifici costruiti fra le quattro città e le sponde del lago, tra quelli tutt'oggi conservati e quelli di cui restano tracce o testimonianze.
Si è delineato così un quadro complesso e articolato, nel quale ciò che resta delle architetture e dei cicli figurativi romanici emerge come punto di partenza per la conoscenza di un contesto istituzionale e sociale di grande vivacità, di un insieme di “piccole patrie” e di “piccole chiese” fortemente connotato e in gran parte autonomo rispetto ai centri urbani.

 

Il volume

Una sintesi dei risultati della ricerca e dell'operazione di schedatura e d irilievo fotografico è raccolta nel volume “Garda romanico. Pievi, istituzioni, territorio” di Renata Salvarani con una prefazione di Giancarlo Andenna, con fotografie di Basilio e Matteo Rodella, edito da Libri Scheiwiller, che lo distribuisce in tutt'Italia in libreria.
Il libro, in grande formato, con immagini a colori, ha l'obiettivo di valorizzare il patrimonio storico, artistico e paesaggistico locale, proponendolo all'appro-fondimento degli addetti ai lavori e alla conoscenza degli appassionati e del grande pubblico.

Il convegno

I risultati della ricerca storica sono stati presentati al pubblico in un convegno che si è tenuto a Desenzano del Garda e a Padenghe il 23 aprile 2004.
Sono intervenuti storici e operatori della gestione e della conservazione del patrimonio storico artistico.

Soggetti promotori

Soggetti promotori del progetto sono: Libri Scheiwiller; BamsPhoto; Amministrazione Provinciale di Brescia-Assessorato al Territorio parchi e VIA; Amministrazione Provinciale di Verona – Assessorato alla Cultura; Regione Lombardia – Assessorato alle Culture identità e autonomie; Comune di Desenzano del Garda; Comune di Padenghe sul Garda; Comune di Salò; Comune di San Felice; Comunità Montana dell'Alto Garda Bresciano; Comune di Cavriana; Comune di Volta Mantovana; Comune di Ponti sul Mincio.

Patrocini

L'iniziativa si svolge sotto il patrocinio di Diocesi di Brescia, Diocesi di Verona, Diocesi di Mantova, Bresciatourism, Soprintendenza ai Beni Architettonici e Ambientali di Brescia, Cremona e Mantova.
 

 

 

 

 

© Testi e foto sono tutelati dalla legge sul diritto d'autore

Top